Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • : il mio blog vuole essere un sito di scambio di informazioni, è aperto a tutte quelle che persone che vogliono confrontarsi. Amo scrivere qualsiasi argomento catturi la mia attenzione in un preciso momento. Gli argomenti possono essere i più vasti, dall'economia alle ricette. Insomma un blog un pò pazzerello
  • Contatti

Profilo

  • ilpozzodelleinformazioni
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia.
Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi,  amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia. Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi, amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata

Cerca

28 febbraio 2012 2 28 /02 /febbraio /2012 15:02

Quanti  pensieri  passano giornalmente nella nostra mente?

rosa.jpg

Spesso ci  ritroviamo assorti in noi stessi, ad analizzare la nostra vita, cercando di ricordare  i momenti più felici,  tralasciando  troppo spesso  quegli attimi di solitudine  e di tristezza che ci hanno accompagnato,  a volte per brevi periodi  altri che cerchiamo inconsciamente  di tenere rilegati in un angolo della nostra mente con la speranza che da li non abbiano la possibilità di riaffiorare.

 

Capita  sovente  che  le persone dicano di noi, “caspita tu si che sei geniale, hai un gran bel carattere, sei allegra, si vede che non hai sofferenze?”,  frasi   semplici da dire,  nessuno di noi è immune alla sofferenza  al dolore, sia  fisico  che emotivo.

 

Il  dolore emotivo, e già, questo subdolo e meschino dolore, che non sai mai quando  ti colpisce, lui è sempre lì dietro l’angolo pronto a farti lo sgambetto meno dell’aspetti, lui  sa  quando colpire,  quando è il momento  giusto, quando la tua fragilità è pronta per essere abbattuta come un mare in tempesta.

 

Ed è in quel preciso momento, che si abbatte sul tuo cuore come una scure, facendoti sentire tutto il peso di  quel  dolore che non riesci a superare, quel dolore  che ti lacera il cuore, ti rende vulnerabile a  qualsiasi  frase  a qualsiasi parola

.

E tu che fai?

 

Nulla  ti  avvinghi  in esso, come se fosse una tua seconda pelle, cercando,  socchiudendo gli occhi  di aumentare  la sua tortura,  formulando pensieri  e frasi che nessuno può ascoltare ………….  Allora  ti soffermi  e stringi ,maggiormente  gli occhi,  cercando di scacciare quel  pensiero, cercando tra le ombre  un immagine che sai non  vedrai, ma poco importata,  tu devi cercare e  vuoi cercare,  forse vuoi anche farti del male da sola, sai che cercando disperatamente di tenere vivi  tutti i tuoi ricordi, questi ti porteranno  sempre sul precipizio della solitudine dell’angoscia della disperazione, ma forse è proprio questo che vuoi,  soffrire ricordando per non dimenticare.

 

Ed è questo punto, che spunta quella lacrima, che tanto hai desiderato, quel pianto disperato, quel pianto liberatorio,  tanto desiderato e tanto temuto, che ti permette di gridare perché? Perché? Perché?,  ma non serve gridarcielo.jpge, non serve urlare,  nessuno ti dirà mai perché una malattia  ti ha tolto parte della tua vita,  qualcuno poco  dotto ti dirà  lei non c’è più , devi fartene una ragione, era scritto nel suo destino.

 

Intanto silenziosamente,  ti rimetti la tua maschera da arlecchino, rincominci a sorridere, scusandoti con chi ti ha visto, dicendo: “scusa è stato un attimo di sconforto”,  che  menzogna, non è stato un attimo, è la mia vita, la vita  che continuo a vivere pur sapendo che tu non ci sei più, ma con la certezza  che ogni giorno da lassù mi guardi e gridi a gran voce ADESSO BASTA,   basta piangere per me, basta angosciarti per quello che è accaduto, ero malata e la donna con la scure è venuta a prendermi, ora vivo felice con gli angeli, solo per questo devi smettere di piangere.

 

No, non posso smettere di pensarti, no non posso smettere di piangere, voglio tutto questo, voglio ricordarmi sempre di te,  se dovessi smettere, avrei paura di dimenticarti,  e non voglio, preferisco soffrire  e ricordati.

 

A te, che sei stata e  sarai sempre parte della mia  vita.

Condividi post

Repost 0
Published by ilpozzodelleinformazioni - in Pensieri
scrivi un commento

commenti

Rossana 02/28/2012 15:35

tu sai di avermi toccato il cuore.. conosci qui brividi che ho sulla pelle, quel dolore insanabile, ferita indelebile nel profondo dell'anima.........