Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • : il mio blog vuole essere un sito di scambio di informazioni, è aperto a tutte quelle che persone che vogliono confrontarsi. Amo scrivere qualsiasi argomento catturi la mia attenzione in un preciso momento. Gli argomenti possono essere i più vasti, dall'economia alle ricette. Insomma un blog un pò pazzerello
  • Contatti

Profilo

  • ilpozzodelleinformazioni
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia.
Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi,  amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia. Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi, amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata

Cerca

3 luglio 2012 2 03 /07 /luglio /2012 07:19

Caro Lucky,

 

Vorrei parlare un po’ di te, e ricordare come sei entrato a far parte della nostra vita.

 

Era un giorno estivo come tanti altri, un caldo afoso insopportabile, ma quella giornata aveva in riserbo qualcosa di speciale.

 

Come non ricordare la tua storia, un piccolo cucciolo di cane da salvare, bisognava fare in fretta salvarti da quei mostri enormi chiamati umani che ti avevano tolto dalla tua mamma, quei mostri che non si sono curati delle tue sofferenze, quei mostri che ti avrebbero anche lasciato morire.

 

Ma il fato quel giorno ci ha fatto incontrare, te piccolo cucciolo nero con due occhioni grandi e tristi, e noi una famiglia normale, ma con una particolarità, rispettosi di ogni essere vivente diverso da noi.

 

E fu così che incominciammo la nostra meravigliosa avventura, in primo luogo dovemmo decidere per il tuo nome, e quale poteva essere se non Lucky.

 

Crescevi a vista d’occhio forte e birichino, non avevi regole, anzi ammettiamolo pure, non abbiamo mai voluto importele, eri bravo di tuo, e non avevi bisogno di alcuna restrizione.

 

Per te non vi era una cuccia per dormire, non l’hai mai volu21539_100817729952749_4135707_n.jpgta, a te bastava un vero letto, fosti te a scegliere di dormire nel letto della bimba , scegliesti da che parte dormire,eri buffo, saltavi su quel lettone , testa sul tuo cuscino, e sino alla mattina da li non ti muovevi.

 

Come non ricordare le magliette dei pigiami distrutte dai tuoi dentini, i bordi di alcune sedie ridotte a colabrodo, ma sapevamo che non era colpa tua, come i cuccioli di uomo anche te avevi bisogno di mordere qualcosa per sopperire al fastidio delle gengive, sapevamo in cuor nostro che avresti potuto combinare qualche danno, ma eravamo altrettanto consapevoli che a questo vi era rimedio.

 

Crescevi forte e sano, donando a tutti noi tanto amore, non chiedevi mai nulla, se non delle semplici carezze e gesti di affetto nei tuoi confronti.

 

Ti ricordi piccolo mio quando pioveva???

 

Non ho mai compreso perché non volevi uscire per il giretto sotto la pioggia, mi guardavi con i tuoi occhioni, come per dire: “hey mamma sei matta, fuori piove, io mi bagno le zampette, non mi mettere la pettorina, non voglio uscire, anzi sai che faccio, corro a nascondermi sotto il lettone così non mi prendi- ed esco solo quando non ce la faccio proprio più a trattenere la pipì”.

 

Aspettavo che tu uscisse da sotto il letto, ti prendevo in braccio, andavamo in giardino sotto il grande pino, e li sicuro di non bagnarti, finalmente facevi i tuoi bisogni, eri ridicolo Lucky, davvero, non abbiamo mai compreso questo tuo gesto, e sinceramente nemmeno il veterinario è mai stato in grado di spiegarcelo.

 

Passava il tempo e tu ti facevi sempre più bello e monello, ma eri il nostro amore, noi ti amavamo così per quello che eri e per tutto l’amore che ci donavi


.
Alla sera eri sempre il primo a saltare sul divano, e logicamente tutta la famiglia doveva trovare posti differenti, anche se tu avevi la tua poltrona, no………. Quella alla sera non la volevi, ti garbava solo di giorno, alla sera avevi il posto in prima fila, benomale che solitamente davanti al televisore in sala ceravamo solo io e papà, altrimenti avremmo dovuto provvedere ad acquistarne un secondo.

 

Come non ricordare le tue birichinate mattutine, quando ci alzavamo per la colazione, tu correvi in cucina, ed oltre alla tua pappa andavi ad elemosinare qualcosa da tutti, un pezetto di fetta biscottata da papà, un biscottino dai bimbi ed infine perché no andava bene anche il mio pezzetto di mela, era un rituale che non cambiava mai, così tutti i giorni dell’anno.

 

Accompagnavi tutti alla porta e li salutavi festoso attendendo il loro rientro, mi seguivi tutti i passi per la casa, sino a quando ti dicevo, ora lucky dobbiamo lavorare, allora ti mettevi sul cuscinone nello studio, e stavi li vicino a me tutta la mattinata.

 

Sarebbero tanti troppi i ricordi da raccontare, grande piccolo cucciolo mio.

 

Con te la sorte non è stata benevola, a solo quattro anni dalla tua nascita, purtroppo un brutto male ti ha portato via da noi in sole 24 ore, senza un avvisaglia senza un sintomo.

 

Oggi è una settimana che hai varcato il ponte dell’arcobaleno, e noi siamo qui a chiederci come sia stato possibile, dove abbiamo sbagliato.

 

Il vuoto che hai lasciato in questa casa è immenso, immenso è il dolore che noi tutti abbiamo nel cuore, spero tanto piccolo cucciolo mio, che ora tu possa correre felice, dicono che nel paradiso dell’arcobaleno, non esistano malattie, li potete correre felici, senza il rischio che nessuno vi possa fare del male.

 

Lucky piccolo amore mio, spero tanto che tu sia felice, e vorrei tanto che da lassù ogni tanto tu possa pensare a noi.

Ti abbiamo amato e rispettato, come tu hai fatto con noi.

 

Non potremo mai dimenticarti hai un posto privilegiato nel nostro cuore.

Un abbraccio e un bacino sulla punta del tuo nasino.

 

Con amore
mamma

Condividi post

Repost 0
Published by ilpozzodelleinformazioni - in Pensieri
scrivi un commento

commenti

milla 05/02/2013 20:10

Mi dispiace ma quando entrano a far parte della nostra vita hanno sempre un posto nel nostro cuore perchè ci regalano momenti felici

tizyb 05/02/2013 18:25

quando si dice che un animale è un membro della famiglia è proprio così.

sonia 05/02/2013 17:56

il vuoto che lasciano gli animali è indescrivibile. Io ancora non riesco a dimenticare il mio jaccky. Sono passati tre anni eppure mi sembra di averlo qui...

AsiulCat 05/02/2013 17:42

E' magnifico! sembra finto per quanto è bello.

graziella 05/02/2013 16:37

Non ho parole, ma un nodo in gola e le lacrime agli occhi. Questo tenero cucciolo ha avuto una vita troppo breve, ma tanto felice con voi.