Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • : il mio blog vuole essere un sito di scambio di informazioni, è aperto a tutte quelle che persone che vogliono confrontarsi. Amo scrivere qualsiasi argomento catturi la mia attenzione in un preciso momento. Gli argomenti possono essere i più vasti, dall'economia alle ricette. Insomma un blog un pò pazzerello
  • Contatti

Profilo

  • ilpozzodelleinformazioni
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia.
Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi,  amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia. Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi, amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata

Cerca

1 ottobre 2012 1 01 /10 /ottobre /2012 15:11

 

Non era una giornata come tutte le altre, certo calda come può essere calda una mattina di luglio, e precisamente il 7 di luglio.

 

Quella mattina, mi alzai molto agitata, dovevo organizzare in poco tempo il tuo arrivo, avevo già preparato tutto, ciotola nuova sia per la pappa che per l’acqua, cuccetta nuova , pettorina e guinzaglio, pappe – biscottini – giochi nuovi, insomma tutto era pronto.

 

Ma qualcosa mi rendeva triste, (certo come potevo essere felice, tu entravi in questa casa , dove un tuo fratellino sino venti giorni prima scodinzolava felice), guardavo lo scatolone dove avevo riposto con cura tutti i suoi oggetti da portare in cantina come ricordo , ed è stato a questo punto che non mi sono più sentita sicura, sicura di essere in grado di amarti come avresti meritato; quanti dubbi e paure in un solo momento si sono impossessate della mia mente!!!!!!!!!

Ma era oramai giunta l’ora di partire, salimmo in macchina felici nonostante tutto, ci volle quasi un ora per raggiungerti, e quando arrivammo da te, tutta la paura sparì in un secondo.

 

Non eravamo stati noi a scegliere te, ma fosti stato tu, sdraiandoti in mezzo ai miei piedi a scegliere noi, ti presi in braccio guardai i tuoi occhioni, e tutta la mia tristezza svanì in un attimo.

IMG_2447.JPG

 

 

 

Il tuo nome era già stato deciso ATHOS (colui che è immortale), eri un batuffolo tutto nero, con una macchia bianca sotto il petto, effettivamente avevi solo 3 mesi quando entrasti nella nostra vita.

 

Oggi che sono trascorsi due mesi e mezzo da quel giorno, mi sento e con me tutta la mia famiglia, le persone più fortunate della terra, sei birbante Athos, ne combini una ogni due secondi, non stai mai fermo, il corridoio di casa (è un corridoio lungo 16 metri, che unisce la parte anteriore a quella posteriore dell’entrata ) è diventata la tua pista per correre, cresci a vista d’occhio felice e monello, come possono essere monelli tutti i cuccioli.

 

Certo hai già combinato i tuoi guai, come non ricordare le tue prime uscite in giardino, i fiori recisi dai tuoi dentini, l’erba del prato che sembrava una scacchiera, la tua curiosità nel voler mettere nasino proprio dentro il roseto, così quell’ape cattiva ti ha punto, la nostra corsa dal veterinario nel vedere il tuo naso gonfiarsi ( per fortuna il veterinario ha estratto l’aculeo senza problemi) la pomata da metterti sulla puntura, e tu che volevi a tutti i costi mangiare il tubetto. Insomma una vera peste, senza tralasciare quando hai letteralmente mangiato un calzino, ed anche in questo caso tutto è andato bene, ancora di corsa dal veterinario, il quale ti ha somministrato una soluzione per indurti al vomito.

 

Insomma Athos sei un vero terremoto d’amore, ma giustamente come tutti i cuccioli sei un curiosone, non sappiamo bene quali razze ci siano in te, quello che sappiamo è che la tua mamma è una lupetta, del papà sappiamo che è un cane molto grande nero.

 

Presto hai imparato che si dorme molto meglio sul lettone che nella cuccia, quella serve solo durante il giorno per fare qualche riposino.

 

Ti devo ringraziare piccola peste, hai portato tanta felicità in questa casa, sei sempre pronto a fare e ricevere coccole, con una piccola differenza, le tue a volte lasciano il segno, i tuoi dentini e le tue unghiette lasciano piccoli ricordi sulle nostre mani e braccia, ma ben presto imparerai a essere più delicato.

 

 

Sei forte e sano, sei un monello, sei pestifero ma tutti noi ti amiamo così come sei.


IMG_2487.JPGDedicata a tutti coloro che amano gli animali.

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by ilpozzodelleinformazioni - in Pensieri
scrivi un commento

commenti

Rossana 10/01/2012 16:01

un delizioso terremoto!!! :D