Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • Blog di ilpozzodelleinformazioni
  • : il mio blog vuole essere un sito di scambio di informazioni, è aperto a tutte quelle che persone che vogliono confrontarsi. Amo scrivere qualsiasi argomento catturi la mia attenzione in un preciso momento. Gli argomenti possono essere i più vasti, dall'economia alle ricette. Insomma un blog un pò pazzerello
  • Contatti

Profilo

  • ilpozzodelleinformazioni
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia.
Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi,  amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata
  • Ciao a tutti, sono una mamma di due ragazzi oramai grandi,. Amante degli animali, della giustizia. Mi definisco una persona molto curiosa, non ho degli hobby precisi, amo leggere, scrivere, giocare al p.c., dipingere, tutto questo dopo una giornata

Cerca

21 giugno 2011 2 21 /06 /giugno /2011 16:04

l'olivo, tra storia e leggenda, pianta considerata sacra già dai greci, cinque secoli a.C. Quando la mitologia si rispecchia con la realtà.

La sua origine si perde nella notte dei tempi, è una tra le piante più antiche, dopo la vite, pianta tipicamente mediterranea, tanto è che cresce spontanea su quasi tutta la fascia litorale, che fiancheggia questo mare. Si è sempre apprezzato l’altissimo valore di questa pianta e dei suoi frutti, sia a livello nutrizionale che religioso, nonché mitologico, difatti lo dimostra il mito che è nato intorno ad essa nell’antica Grecia. Si narra, che tra Athena (Minerva) figlia prediletta di Zeus, e Nettuno Dio del mare, vi fosse una disputa per la costruzione di un tempio sull’Acropoli di Atene, non essendo possibile trovare un accordo tra le due divinità; in quanto ognuna di loro voleva creare un tempio diverso, fecero ricorso al giudizio di Giove. Giove, ritenne opportuno sfruttare la loro rivalità, chiedendo agli stessi di fare un dono molto prezioso agli uomini; comunicando ai contendenti che il diritto di scelta sarebbe andato a chi avesse saputo creare la cosa più utile per l’uomo. Nettuno creò il cavallo, mentre Minerva l’ulivo, poiché l’unico arbitro di tale giudizio era Giove, egli si pronunciò a favore di quest’ultima; pertanto ebbe Minerva la possibilità di costruire il suo tempio, il quale la ritrae con un ramoscello d’olivo. Se si considera quale importanza aveva il cavallo a quei tempi, visto che era anche l’unico mezzo di trasporto, chi ha scritto questa fantasiosa leggenda conosceva già l’importanza di questa meravigliosa pianta; del resto quasi tutti i popoli la indicano come pianta della speranza e della fede, lo troviamo come simbolo di pace e di fraternità tra gli uomini, sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento. L’ulivo merita effettivamente tutti questi onori, anche perché è veramente una pianta espressione della provvidenza, se teniamo conto che può vivere sia su un terreno fecondo, che sulla roccia nuda, e quando sembra destinato oramai ad una morte per abbandono, grazie alle cure di mano esperte, riprende a sorgere, e in pochi anni torna a darci i suoi frutti. Alcuni scrittori, infatti, paragonano l’ulivo alla fenice che rinasce dalle ceneri.

OLIVO SAGRADOolivo BN

Condividi post

Repost 0
Published by barbara - in Agricoltura
scrivi un commento

commenti